LightIsMagic

light paintig italia 01

Dietro il nome LightIsMagic si cela Laura Mantovi, una light painters italiana e membro di Liht Painting World Alliance che abbiamo avuto il piacere di intervistare!

INTERVISTA A LIGHTISMAGIC – LAURA MANTOVI
1. Come e quando hai scoperto il light painting?
Nella vita faccio l’attrice. Principalmente a teatro. La luce fa parte del mio fare e l’ho sempre amata in maniera particolare. Ho sempre amato anche la fotografia e, in particolare, ho da subito inseguito quei riflessi e giochi di luce che la macchina riesce a cogliere mentre l’occhio umano no… Un giorno ho visto degli scatti, navigando in internet, di Light Painting e mi è sembrato di aver scoperto l’America! Le mie passioni, come per magia, si univano in un nuovo mondo da scoprire e sperimentare…Mi sono subito messa all’opera…ho studiato le tecniche, guardato tutorial, provato e riprovato e pian piano è diventato un nuovo modo per esprimermi, accanto al mio grande amore, nonché mestiere, il teatro e all’altra mia grande passione, la musica. E magicamente mi sembrava che le tre cose si unissero e si alimentassero l’una con l’altra…

2. Cosa ti ha portata a scegliere LightIsMagic come nome d’arte?
Il nome d’arte LightIsMagic nasce banalmente dall’esigenza di avere un profilo Instagram come Light Painter che non si confondesse col mio come attrice…Inoltre, come dicevo, per me il fatto che la macchina fotografica colga cose che per l’occhio umano non sono visibili è una vera e propria magia…la luce è magia ma la tecnica del Light Painting ne è la sublimazione perfetta. Poi LighisMagic racchiude le mie iniziali e…tutto qui!

3. I tuoi scatti sono sempre molto colorati e generalmente si vedono cerchi magici come se tu utilizzassi uno spirografo. Come mai questa scelta stilistica?
Una delle tecniche che da subito mi ha conquistata è stata quella dello Spirografo…che sfrutta la gravità e il movimento di un oggetto sospeso…e credo che più di molte altre tecniche contribuisca a mostrare la magia delle cose invisibili all’occhio umano. La perfetta geometria e simmetria di certi tracciati mi emoziona e sorprende sempre! È una tecnica molto complessa… Il fatto di aver ottenuto un buono scatto una volta non assicura minimamente la buona riuscita dei successivi. È una tecnica che mi mette sempre alla prova. Ma in generale mi piace molto sperimentare, seguire l’istinto e creare ciò che mi emoziona e piace. Mi piace molto giocare con i colori e la scelta dei colori dei miei pennelli di luce e in generale con le luci led RGB.

4. Pensi che continuerai a sperimentare con la pittura di luce? 
Me lo auguro con tutto il cuore! Non mi piace la staticità, la ripetizione. Sono molto curiosa e amo continuamente mettermi alla prova e scoprire nuove possibilità e tecniche. Ammiro chi ha “sposato” una tecnica, uno stile, e continua a cercare di migliorarsi senza paura di annoiare ed annoiarsi…ma semplicemente è un tipo di percorso che non fa per me…io sono per la sperimentazione.

5. Hai progetti per il futuro?

A breve mi troverò tra le mani una Olympus OM-D EM10 Mark III e sono molto curiosa di scoprire tutte le possibilità del Live Composite, inoltre vorrei iniziare a scattare sempre di più all’aperto. Mi piacerebbe riuscire a fare qualche bello scatto in qualche location suggestiva del nostro bel Paese…vedremo!

6. Generalmente chiediamo di salutare i nostri lettori, quindi ci fai un saluto?
Certo e con piacere! Un caro saluto a tutti i frequentatori di questo blog e a tutti gli appassionati della magia della luce e del Light Painting!